Tutti gli articoli di admin

Infertilità maschile e malattie sessualmente trasmissibili risposte dell’andrologo

Abbiamo rivolto al Dr. Firmo Marco, andrologo AIED, qualche domanda sul collegamento tra infertilità maschile e malattie sessualmente trasmessibili (MTS). In aumento negli ultimi 20 anni, spesso si sviluppano senza presentare sintomi e possono causare infertilità maschile e femminile.

L’Istituto superiore di sanità dichiara che l’infertilità maschile è in aumento (la percentuale di milioni di spermatozoi per millilitro si sarebbe quasi dimezzata negli ultimi 50 anni).

R: l’esperienza clinica indica in realtà che il dato sia sottostimato. Un’attenta analisi dei dati indica che il reale peggioramento della fertilità maschile è avvenuta negli ultimi 20 anni e le motivazioni sono molteplici. Consideriamo che negli anni ’90 la concentrazione di spermatozoi per millilitro di liquido seminale era considerata normale quando inferiore a 40milioni per millilitro. Nel 2010 il WHO (Organizzazione mondiale sanità) ha emesso i nuovi valori di riferimento con il limite di normalità a 14.15milioni/ml. Ecco perché possiamo dedurre che il dato del dimezzamento di spermatozio misurato sugli ultimi 50 anni sia sottostimato.

Le malattie sessualmente trasmesse (MTS) possono causare infertilità maschile?

R: è ormai consolidata l’interferenza delle mallatie a trasmissione sessuale, sia specifiche che aspecifiche, sulla fertilità non solo maschile ma anche femminile.

Quali MTS la causano?

R: Le malattie a trasmissione sessuale più note, dette “specifiche“, sono la gonorrea e la sifilide, entrambe in aumento negli ultimi anni. Ma soprattutto sono diventate importanti malattie più subdole, dette “aspecifiche”, molto diffuse, come le micosi (candida albicans) e le infezioni di clamydie, micoplasmi, gardenella, trichomonas, papilloma virus, che possono causare infiammazione delle vie seminali, prostata e vescicole seminali.

In quali circostanze si può contrarre una MTS?

R: la principale fonte di contaminazione la troviamo nel rapporto sessuale non protetto, sia per via vaginale che anale. Anche i rapporti orali possono, anche se con minore frequenza, essere fonte di contagio. E’ doveroso sottolineare che ogni contatto sessuale può essere causa di contagio. Naturalmente la probabilità aumenta nei rapporti promiscui.

In quale percentuale/frequenza l’infertilità maschile si collega ad un trascorso di MTS?

R: E’ difficile poter dare una risposta precisa ma i dati statistici nell’ambito della ricerca scientifica indicano una percentuale attorno al 15 – 20%. A mio parere è un dato sottostimato in quanto molte forme di flogosi genitali, sia maschili che femminili, sono misconosciute in quanto asintomatiche o comunque non evidenti sul piano clinico.

Esistono malattie a trasmissione sessuale a-sintomatiche che possono comportare rischi per la fertilità, es. la Chlamydia?

R: il vero problema consiste proprio nella frequente asintomaticità ed assenza di manifestazioni cliniche dell’eventuale contagio. E’ importante che il medico, consapevole di questa possibile nascosta realtà, esegua sempre di routine gli accertamenti microbiologici sulle secrezioni genitali sia mascile che femminili.

Come proteggersi?

R: la miglior prevenzione sta nell’informazione ed in termini pratici bisogna essere consapevoli che i rappori promiscui e la mancata protezione con profilattico nei cosiddetti “rapporti a rischio” sono le principali cause di MTS.

 Le MTS sono in aumento soprattutto nelle fasce giovanili (rapporto europeo 2011). Nella sua esperienza di medico, quale grado di consapevolezza hanno gli uomini intorno al rischio per la propria salute?

R: probabilmente in seguito anche alla maggior facilità con la quale i ragazzi vivono l’esperienza sessuale. Creare in loro la consapevolezza di quanto sia importante tutelare la salute in senso generale e quindi anche in un settore della nostra esperienza di vita, quale è la sessualità, dove la sua tutela non riguarda solo la salute fisica ma anche la tutela di uno degli aspetti fondamentali dell’essere umano che è la procreazione.

 

 

Crediti immagine:Image: 'this way' 
www.flickr.com/photos/74785688@N00/171989494
Found on flickrcc.net